Blog Luca Faccio Blog Luca Faccio

CONTINUERO' AD ASSALTARE I TORRIONI DEL CASTELLO DEL RE

0 Commenti
128
24 apr 2022

 

Stamattina mi sono svegliato con una canzone in testa “Festa al castello del re” di Pierangelo Bertoli che mi ha fatto riflettere sulla vita e sulla nostra realtà sociale, da qui la voglia di affermare con forza e in modo sempre più incisivo, ma con rispetto il desiderio che non esistano più ingiustizie e disparità di nessun genere. Continuerò l’assalto ai torrioni del castello del re secondo le mie forze e possibilità, per cercare di far capire al Re che tra i suoi sudditi ci sono persone che vivono in una condizione di disagio e disabilità, persone che se anche apparentemente non producono nulla per il suo feudo, in quanto Re deve garantire a tutti una vita dignitosa senza nessuna disparità sociale.

 

Festa Al Castello Del Re Testo

 

Testo della canzone Festa Al Castello Del Re (Pierangelo Bertoli), tratta dall'album A MUSO DURO, Vol.1

 Giostre e avventure galanti, battute di caccia nel feudo del re,
Nobili vuoti e arroganti impegnati soltanto a parlare di sé,
Mentre ogni uomo normale di strada fa una vita che vita non è,
La gente è stanca e decisa a cambiare, non vuole accettare gli abusi del re.
Danno l'assalto ai torrioni, urlando il diritto alla felicità
Hanno rastrelli e forconi e il ferro appuntito non li fermerà,
Sono a migliaia decisi e sicuri, hanno volti che parlan da sé
Non sfuggiranno agli scontri più duri, così prenderanno il Castello del Re.
Storia di un popolo che oggi sarà finalmente padrone di sé,
Fragile vittima di ingenuità non ricorda il potere cos'è;
Fin dal primo momento di pace, la Chiesa incorona il suo prossimo Re
E festa sarà, per un nuovo ladro della libertà.

Scorrono mesi e poi anni ma il tempo è un nemico che non ha pietà,
Passano cose già viste, non cambia un bel niente, una nuova maestà.
Giace in miseria l'intero reame e la storia dirà poi il perché
Visto che adesso è tornata la fame, dovranno assaltare il Castello del Re.

Storia di un popolo che oggi sarà finalmente padrone di sé,
Fragile vittima di ingenuità non ricorda il potere cos'è;
Fin dal primo momento di pace, la Chiesa incorona il suo prossimo Re
E festa sarà, per un nuovo ladro della libertà

 

Testo tratto da https://testicanzoni.rockol.it/testi/pierangelo-bertoli-festa-al-castello-del-re-65861255

 

 

Desidero ringraziare di cuore Pierangelo Bertoli per questa canzone e per tutta la sua discografia, per me da sempre fonte di ispirazione.

 Luca Faccio

0.0
Ultima modifica: aprile 25, 2022 12:28
Pierangelo Bertoli; Palazzo Chigi; Vaticano

Non ci Sono Commenti ...

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.